Girasole


Vai ai contenuti

Tradizione

ATTACCHI

Gli attacchi di Tradizione
Gli attacchi in Italia sono rinati proprio nell’ambito della tradizione, con sfilate e concorsi di eleganza che hanno attirato grandi folle di spettatori entusiasti. Con l’avvento dei concorsi agonistici, l’attività legata alla tradizione si è sempre più affievolita ed ha vissuto purtroppo una fase significativa di stasi in questo ultimo periodo. A parte le sfilate ed i raduni, che sono liberi da vincoli federali, i concorsi previsti per questa categoria di appassionati si dividono in: “Concorsi di Eleganza” e “Concorsi di Tradizione”.


Concorsi di Eleganza
Nei Concorsi di Eleganza la carrozza è obbligatoriamente originale d’epoca e la prova si svolge preferibilmente in luoghi di particolare pregio come nei parchi di grandi ville.Nella Presentazione vengono valutati separatamente e da fermi la carrozza, i finimenti, i cavalli, il guidatore con i groom e gli eventuali passeggeri, per poi ricevere un ultimo voto come giudizio d’insieme. Alla Presentazione possono essere abbinate una Prova Di Movimento, e/o una Prova di Figure di pratico utilizzo.
Concorsi di Tradizione
I Concorsi di Tradizione possono prevedere la partecipazione, in categorie separate, sia di carrozze originali d’epoca che delle loto repliche moderne ma fedeli.
Il Concorso di Tradizione prevede tre prove, delle quali la prima, la Prova di Presentazione, ricalca esattamente quella analoga del Concorso di Eleganza.
La seconda prova del Concorso di Tradizione consiste in un percorso di regolarità lungo da 4 a 15 chilometri su terreno carrozzabile senza insidie, da effettuarsi ad una velocità media prestabilita.
Questa prova mette in risalto la conoscenza da parte del guidatore delle andature, della regolarità dei tempi e delle capacità di condurre l’attacco in tutte le condizioni possibili. Nel percorso sono integrati fino ad un massimo di cinque ostacoli naturali o artificiali il cui mancato superamento comporta una penalizzazione. Si tratta comunque di manovre semplici che comportano per esempio un arretramento oppure la guida per un breve tratto con una sola mano o ancora il passaggio su un ponte di legno rimbombante.
Nella terza ed ultima prova, la Prova di Abilità, il concorrente deve portare a termine un percorso ad ostacoli mobili (coni) simile a quello del settore agonistico anche se meno insidioso e con porte più larghe rispetto alla carreggiata della carrozza
.



Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu