Girasole


Vai ai contenuti

Salto Ostacoli

DISCIP OLIMPICHE


IL SALTO... di Anna Ferrari ( poesia )




Salto ostacoli Il salto ostacoli è un termine che identifica una disciplina dell'equitazione, la quale vede impegnato il binomio uomo-cavallo, nell'interpretazione e risoluzione di un percorso ad ostacoli. Comunemente si parla di concorso ippico.
L'altezza degli ostacoli, la difficoltà del percorso e il numero di ostacoli da superare dipende dalla categoria alla quale si partecipa e dalla preparazione atletica di cavallo e cavaliere.
L'altezza degli ostacoli varia dai 60 cm a 1.60 mt (e possono superare i 2 metri nelle gare dette di potenza) con categorie intermedie di 60, 70, 80, 90, 100, 105, 110, 115, 120, 125,130, 135, 140, 150, 160 (Gran Premio). Il numero di ostacoli varia da 6 a 13.

A partire dal 2006, i cavalieri e le amazzoni tesserati presso un centro autorizzato FISE o un centro affiliato FISE vengono classificati in base all'età (considerando l'anno solare):
GIOVANISSIMI: età compresa tra i 4 anni e gli 11 anni;
CHILDREN: età compresa tra i 12 e i 14 anni;
JUNIORES: età compresa tra i 14 e i 18 anni;
YOUNG RIDERS: età compresa tra i 18 e i 21 anni
SENIORES: : età superiore a 21 anni
VETERANI: amazzoni di età non inferiore ai 45 anni e cavalieri di età non inferiore ai 49 anni;
AMAZZONI: concorrenti di sesso femminile a partire dal 19° anno di età;

Classificazione Patenti
Per poter gareggiare nei concorsi autorizzati dalla FISE, i cavalieri e le amazzoni devono essere tesserati presso un centro autorizzato FISE o affiliato, e devono essere titolari di una "patente" che ne attesti l'idoneità a gareggiare in determinate categorie.
Le patenti FISE per il salto ostacoli sono così suddivise:
A (ludica): viene rilasciata dal centro ippico, consente di partecipare, dopo 6 mesi dal rilascio, a categorie fino 80 cm di altezza (con cavalli) e 60 cm (con pony).
B (brevetto): viene rilasciato in seguito a un esame teorico e pratico di salto ostacoli e dressage, sostenuto con il proprio istruttore, il quale certifica le capacità di cavaliere dell'esaminato. Permette di poter partecipare a categorie di altezza massima 110 cm.
B.Q. (brevetto qualificato) si ottiene facendo 5 percorsi netti nella categoria B110 in tutti e due i percorsi (se la categoria è a fasi) o 5 percorsi netti al percorso base e con un massimo di 4 penalità se è a barrage. Il brevetto qualificato consente di partecipare anche alle categorie di altezza 115cm.
G1 (primo grado): autorizza a partecipare a categorie di altezza compresa tra 115cm e 125cm. Per ottenerlo sono presenti disposizioni diverse da quelle per il brevetto. Per il conseguimento di questa patente bisogna raggiungere un punteggio prestabilito. Questi vengono assegnati secondo una determinata tabella predisposta dalla FISE. Un percorso è valido per ottenere i punti se è terminato con meno di 4 penalità nel percorso base se la categoria è a barrage o nelle due fasi se categoria a fasi. Le categorie di altezza inferiorre a 90 cm non danno punteggio. La 90 dà 20 punti, la 100 ne dà 30, la 110 ne dà 40. I punti man mano acquisiti vengono segnati, a cura del concorrente, all'interno del "libretto del cavaliere" e vidimati dai Presidenti di giuria dei concorsi ai quali si partecipa.
I cavalieri juniores devono ottenere 1000 punti in categorie di salto ostacoli, (come da apposita tabella), equitazione (min. 55% punteggio massimo conseguibile), dressage (min. 50% punteggio massimo conseguibile), e concorso completo (come da apposita tabella), e le seguenti qualifiche qualitative:
2 cat. di Equitazione di h. mt 1.05 o mt 1.10 con almeno il 60% dei punti conseguibili;
2 prove di Dressage serie E 200 o superiori con almeno il 55% dei punti conseguibili;
Esame teorico, organizzato dal Comitato Regionale, con apposita commissione, dallo stesso nominata, sui principi fondamentali di tecnica equestre e regolamenti sportivi.
Per cavalieri young riders e seniores non è previsto un esame teorico, mentre i punti sono sempre 1000 punti, (700 punti fino al 30 giugno 2006), di cui il 50% ottenuto in percorsi di salto ostacoli e/o CCE (Concorso di Completo di Equitazione).
G1/qual: è necessario conseguire 100 punti (in base ad una tabella prevista nel regolamento FISE)in c120 e c125 con almeno 50 punti in categorie c125. Le categorie devono essere "Qualificanti".
G2 (secondo grado): è necessario conseguire 150 punti (in base ad una tabella prevista nel regolamento FISE).
È prevista anche la possibilità di retrocedere alla patente di grado inferiore. Per l'eventuale successivo reintegro alla patente di grado superiore è necessario solo fare richiesta al proprio Comitato Regionale all'atto del rinnovo annuale della patente.

Concorsi
I concorsi ai quali si può partecipare si differenziano tra loro per la progressiva difficoltà (altezza e complessità del percorso), per la tipologia (a tempo, di precisione, ecc.) in numerose combinazioni che sono raccolte all'interno del Prontuario FISE che ne regola lo svolgimento. Gli ostacoli possono variare in altezza e complessità di presentazione. Pertanto ciò richiede una buona preparazione sia del cavallo che del suo cavaliere.

Tipologie di concorso
Esistono in Italia varie tipologie di concorsi sia nazionali che internazionali. Concorsi nazionali:
Concorsi sociali: realizzati all'interno di un circolo FISE sono riservati ai soci del circolo e agli invitati di circoli della stessa provincia, sono concorsi che si svolgono in una giornata
Concorsi nazionali "C": sono concorsi di un giorno e comprendono categorie ludiche e agonistiche
Concorsi nazionali "B": sono concorsi che si svolgono su due giornate
Concorsi nazionali "A": sono concorsi che si svolgono su 3 giorni comprendono categorie da 60 a 145 cm
Concorsi internazionali: CSI si distinguono per il numero di stelle (fino a 6)

Categorie
In ogni concorso ippico possono essere programmate una serie di categorie, che si differenziano in base all'altezza prevista per i vari salti. Le categorie sono aperte sia ai pony che ai cavalli, con esclusione di quelle specificatamente riservate:
BP60 (categoria riservata a pony) con cavalieri(fino a 16 anni) muniti di patente A da più di 6 mesi o patente B. Altezza massima 60cm senza combinazioni.
BP70 (categoria riservata a pony): altezza massima 70cm.
B80 con cavalieri muniti di patente B o cavalli con cavalieri muniti di patente A da almeno 6 mesi. Altezza massima 80cm senza combinazioni.
BP90 con cavalieri muniti di patente B e B.Q. Percorso di 10 ostacoli altezza massima 90cm larghezza massima 100cm con una combinazione obbligatoria (gabbia). Può essere programmata nelle seguenti formule: precisione, barrage di precisione, regolarità.
B100: percorso di 8-10 ostacoli altezza massima 100cm larghezza massima 110cm con una combinazione obbligatoria (gabbia). Può essere programmata con le seguenti formule: precisione, barrage di precisione, regolarità. È necessaria la patente B/B.Q. per potervi partecipare.
BP105: con cavalieri muniti di patente B e B.Q. Percorso di 10 ostacoli altezza massima 105cm con una o due gabbie obbligatorie. Può essere programmate nelle seguenti formule: precisione, regolarità, barrage di precisione, barrage, barrage consecutivi, fasi consecutive.
B110 Altezza massima 110cm con una o due gabbie obbligatorie. È necessaria la patente B/B.Q. per potervi partecipare.
Categorie riservate alle patenti 1G:
C115: altezza massima 115cm con o due gabbie obbligatorie e/o una doppia gabbia. Eventuale riviera di larghezza massima 3mt. Per questa categoria sono ammessi anche i titolari di patente di B.Q. (che non sono ammessi a categorie di altezza superiore fino al ritiro del 1G).
C120 altezza massima120cm con una o due gabbie obbligatorie e/o una doppia gabbia. Eventuale riviera di larghezza massima 3,10mt.
C125: altezza massima 125cm con una o due gabbie obbligatorie e/o una doppia gabbia. Eventuale riviera di lunghezza massima 3,20mt.
Categorie riservate alle patenti G1/qual e G2*
C130: altezza massima 130cm con una o due gabbie obbligatorie e/o una doppia gabbia. Eventuale riviera di larghezza massima 3,30mt.
C135 categoria riservata a cavalieri ed amazzoni muniti di 1° grado qualificato (se montano cavalli) e 2 grado (se montano pony) .Altezza massima 135cm con una o due gabbie obbligatorie e/o una doppia gabbia. Eventuale riviera di lunghezza massima 3,40mt.
C140 categoria riservata a cavalieri ed amazzoni muniti di 2° grado, altezza massima 140 cm con una o due gabbie obbligatorie e/o una doppia gabbia. Eventuale rivierea di lunghezza massima 3,40 mt.
C145"Gran Premio" categoria riservata a cavalieri ed amazzoni muniti di 2° grado, altezza massima 145 cm con una o due gabbie obbligatorie e/o una doppia gabbia. Eventuale riviera di lunghezza massima 3,40 mt.
Oltre che per altezza, le categorie possono essere suddivise anche in base alla tipologia:
categorie di PRECISIONE: tutti i concorrenti che effettuano il percorso con 0 penalità vengono considerati 1° ex-equo nella classifica finale della categoria.
categorie di EQUITAZIONE: il percorso di ogni concorrente viene valutato da due giudici, detti appunto "giudici di equitazione". Ciascuno dei giudici assegnerà un voto da 1 a 10 per ogni salto effettuato dal concorrente, valutandone la correttezza nell'assetto e nell'avvicinamento al salto. Vengono anche valutati il modo in cui il concorrente effettua il saluto alla giuria prima dell'inizio del percorso, l'atteggiamento del cavallo ed altri parametri. il giudizio finale sul percorso è dato dalla media della somma dei voti espressi dai giudici, e le relative schede di valutazione ed eventuali commenti sono poi visibili dai concorrenti.
categoria COMBINATA: categoria in cui concorrente effettuando un solo percorso partecipa a due classifiche, una per la categoria di PRECISIONE e una per la categoria di EQUITAZIONE.
categorie a BARRAGE: per "barrage" si intendono quei secondi, terzi percorsi che si effettuano dopo il percorso base. Si distinguono in BARRAGE, BARRAGE di precisione, BARRAGE consecutivo, BARRAGE a fasi consecutive.
categorie di REGOLARITA'
categorie a DUE MANCHES
categori MISTE
categorie A TEMPO TAB. A - C
categorie SPECIALI A FASI CONSECUTIVE
categorie A DIFFICOLTA' PROGRESSIVE CON JOKER

La gara
Gli ostacoli vengono posizionati all'interno di un campo di gara, secondo le disposizioni di un Direttore di Campo e in base ad un grafico che indichi la posizione e la forma del salto, oltre alla distanza che intercorre tra un salto e l'altro. Prima di ogni gara viene effettuata la ricognizione durante la quale i concorrenti, in tenuta da gara, osservano gli ostacoli, il percorso nel suo insieme e misurano le distanze tra un salto e l'altro. Nella maggior parte delle gare le ricognizioni vengono effettuate dagli allievi in compagnia dei loro istruttori che li guidano dando i corretti consigli per affrontare il percorso.

Divisa da gara
La divisa regolamentare prevede: Sia con giacca nera o blu:
stivali neri, con eventuale risvolto nero
camicia di colore che si desidera
pantaloni bianchi o beige
cap nero
cravatta bianca per i cavalieri, plastron bianco per le amazzoni (obbligatorio solo nel dressage) oppure per le ragazze colletto alla coreana
guanti se si desidera, tranne nel dressage che sono obbligatori e devono essere bianchi
frustino e/o speroni (a discrezione del cavaliere)
capelli raccolti in una retina per le amazzoni o comunque legati solo nel dressage, nel salto ostacoli si possono lasciare anche sciolti
Se con giacca rossa:
stivali neri, con eventuale risvolto marrone
camicia, pantaloni, cap, cravatta, guanti
Nel periodo dal 1°Maggio al 30 Settembre (o a discrezione del comitato organizzatore) sono autorizzate le divise estive, e la giacca può essere sostituita da una polo bianca a manica corta (obbligatoriamente polo e non camicia). In caso di maltempo, il comitato organizzatore può autorizzare l'uso di giubbini impermeabili al posto della giacca.

Salto ostacoli. La storia. Il salto a ostacoli nasce nella metà del ‘700 nato durante le battute di caccia dove vi erano molti ostacoli, quindi questa disciplina era considerata molto utile e si diffuse in parecchie scuderie. Il primo concorso si svolse a Parigi nel 1900, lo stesso anno in cui viene incluso nel programma olimpico. Fino metà anni ’40 però questi concorsi erano riservati solo ai militari, ma poi a partire dal primo campionato mondiale la FIE (Federation Internationale Equestre) non ne è diventata organizzatrice. Svolgimento. I tracciati di solito sono di 700-1000m e vanno affrontati ad una velocità di 350/400 m/min, ed ogni percorso comprende 12-15 ostacoli comprese le gabbie. Cavalieri e amazzoni prima di cominciare il concorso possono fare un giro a piedi (ricognizione del percorso). Durante le gare internazionali gli atleti possono essere valutati in base a due regolamenti: tabella A e tabella C
• Tabella A: il percorso deve essere effettuato entro un certo tempo e ogni errore o ostacolo non saltato viene trasformato in un punto di penalità, ed ogni secondo passato del tempo prestabilito è un punto di penalità.
• Tabella C: di solito viene utilizzata nei concorsi di velocità, la velocità viene cronometrata e ogni ostacolo abbattuto viene sommato al tempo totale effettuato.

Tecnica del salto
• Controllo nell’affrontare l’ostacolo: il cavaliere allunga o accorcia le falcate in modo da arrivare alla distanza giusta senza precedere o rimanere appeso alle redini al momento dello stacco.
• Controllo dell’equilibrio: il peso del corpo del cavaliere è fondamentale per l’equilibrio del cavallo, quindi il cavaliere cerca la posizione corretta.
• Atterraggio: il cavaliere per accertarsi del corretto atterraggio non deve mai perdere il controllo, anche perché il salto viene affrontato al galoppo. E’ fondamentale caricare tutto il proprio peso sulle staffe e non buttarsi in avanti se si perde l'equilibrio o in qualsiasi altra occasione.

Gli ostacoli
Gli ostacoli sono formati da barriere poggiate su sostegni (detti "pilieri"), e da elementi riempitivi e/o decorativi. La differenza principale tra i salti è quella tra "verticali" e "larghi"
Verticale (o Dritto): tutti gli elementi che compongono il salto sono posti sulla stessa linea verticale.
Largo: gli elementi sono posti su due linee verticali diverse, in maniera tale che il cavallo debba compiere un salto sia in larghezza che in altezza per superarlo. Tra i due elementi che formano il largo può anche essere prevista la presenza di oggetti (piante, cancelletti). Specifichiamo che nel largo la prima bariera viene posta leggermente piu' in basso rispetto alla seconda perche' viene considerata come un invito .
I salti possono essere combinati tra di loro per formare altre tipologie di ostacoli.
gabbia: ostacolo formato da due elementi (solitamente un verticale ed un largo) posti ad una distanza fissa.
doppia gabbia: ostacolo formato da 3 elementi (solitamente 2 verticali ed un largo) posti ad una distanza fissa.
verticale su fosso
riviera
Gli ostacoli possono essere di diversi tipi: -verticale: ostacolo basilare del salto ostacoli, può essere formato da barriere o da tavole
-Barriere incrociate(o croce):ostacolo formato da due barriere incrociate, in cui per regolamento FISE i cucchiai portabarriera non possono essere più in alto di 120 cm per non creare un fronte troppo stretto.
-oxer squadrato:formato da un verticale con una barriera supplementare posta posteriormente, richide un buon addestramento perché nel punto più alto della parabola il cavallo si trova a metà delle due barriere.
-oxer a scalare: identco all'oxer, con la differenza che la barriera posteriore viene posta più in alto rispetto all'anteriore.
-triplice:ostacolo simile all'oxer a scalare,con l'aggiunta di una barriera posteriore.
-muro:ostacolo con la forma di un muro di mattoni, formato da blocchi di plastica utilizzato principalmente nella categoria di potenza.
-riviera: ostacolo costituito da un piccolo laghetto artificiale di forma rettangolare, interrato.

Penalità
Le penalità vengono così calcolate
4 penalità per ogni ostacolo abbattuto (tab A) (se tab C sono 4 secondi)
4 penalità per la prima disobbedienza (rifiuto del cavallo di saltare o scarto dell'ostacolo) il cavaliere può ripetere il salto una sola volta
eliminazione alla seconda disobbedienza
eliminazione per caduta del cavaliere (ad eccezione delle gare di campionato) e\o del cavallo
se il cavaliere supera il tempo di gara si sommano alle penalità accumulate anche quelle per il superamento del tempo
il cavaliere viene eliminato se non inizia il suo percorso dopo 45 secondi dal suono della campana
Il percorso è netto (0 penalità) quando il cavallo non abbatte nessun ostacolo e viene terminato nel tempo previsto.



Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu