Girasole


Vai ai contenuti

Completo

DISCIP OLIMPICHE


LE NEW

Il concorso completo


Il concorso completo di equitazione (noto anche come concorso completo o semplicemente completo) è una disciplina sportiva equestre olimpica, che prevede il superamento di diverse prove, ognuna delle quali richiede specifiche abilità del binomio cavallo/cavaliere e che evidenziano sia il grado di addestramento, che le doti fisiche e mentali del binomio.

Le prove consistono in una ripresa di dressage, in una prova di salto ostacoli e in un prova di cross-country, da svolgersi in una, due o tre giornate di gara. Delle tre, la prova principale, che identifica la disciplina e contribuisce maggiomente alla classifica finale, è quella del dressage.

In Italia, il concorso completo è normato dal regolamento promulgato dalla FISE, recentemente rivisto.

Come nel caso delle altre discipline equestri, le norme del concorso completo prevedono una suddivisione delle manifestazioni in categorie di difficoltà crescente, e un corrispondende sistema di classificazione e qualificazione sia dei cavalli che dei cavalieri che stabilisce i requisiti minimi del binomio per partecipare alle competizioni delle varie categorie.

La classifica finale viene determinata dai punteggi ottenuti nelle tre prove, espressi come penalità. Tradizionalmente, la prova di cross-country prevaleva nettamente sulle altre due come importanza, per il maggiore contributo del relativo punteggio alla classifica finale. Nell'ultima edizione del Regolamento, si raccomanda di attribuire un maggiore peso alle prove collaterali.

Dressage

La prova di dressage consiste in una ripresa in rettangolo, ossia in un percorso obbligato da effettuarsi in un campo di misure ben determinate, 20x40 o 20x60, ad andature prestabilite. Valgono le norme previste per la disciplina specifica.

I giudici assegnano un punteggio in base alla qualità di ognuno dei movimenti previsti, ed inoltre assegnano penalità in caso di errori.

Cross-Country

La prova di Cross Country del Concorso Completo ha lo scopo di premiare e mettere in evidenza le qualità di un cavallo buon galoppatore, veloce e resistente, saltatore potente, coraggioso e generoso, equilibrato, agile maneggevole e intelligente, che ha ricevuto una buona preparazione, un buon allenamento e ha fiducia nel suo cavaliere.

In questa prova il cavaliere dimostra la sua conoscenza e la sua capacità di gestire competitivamente le potenzialità atletiche e i limiti del cavallo che monta, di averne il controllo, in rispetto e fiducia.

La prova di cross-country, i cui scopi generali risultano quanto citato dal Regolamento FISE, consiste in una prova di velocità su terreno naturale, disseminato di ostacoli fissi di vario tipo.

Nella prova vengono contati punti di penalità derivati da:

disobbedienza 20 penalità
2° disobbedienza allo stesso ostacolo 40 penalità
caduta del cavaliere 65 penalità
2° caduta del cavaliere o 1° caduta del cavallo eliminazione (solo se la caduta in questione è dipendente dall'ostacolo)
3° disobbedienza allo stesso ostacolo o 4° disobbedienza nel complesso del percorso eliminazione
per ogni secondo di superamento del tempo prescritto 0,40 penalità

Salto ostacoli

La prova si svolge in maniera del tutto analoga ad una gara di salto ad ostacoli, ma il suo scopo non è quello di trovare un vincitore, ma di compiere un percorso con il minor numero di penalità.

Nello svolgimento della prova, vengono computati i punti di penalità, derivanti da:

abbattimento dell'ostacolo, 4 penalità
disobbedienza, 4 penalità alla prima, eliminazione alla seconda
cadute del cavaliere, nei campionati 8 penalità, nelle gare normali eliminazione
errori di percorso, eliminazione
superamento del tempo massimo previsto, 1 punto di penalità per ogni secondo di fuori tempo.



Il percorso di cross, che costituisce il nucleo centrale del concorso completo, è una prova estremamente impegnativa sia per il cavaliere che per il cavallo, a cui vengono richieste le migliori prestazioni nelle sue capacità fisiche e mentali.
Oggi il completo è stato reso molto più sicuro che in passato sia per i cavalli che per i cavalieri, garantendo maggiore sicurezza.
Una splendida e avvincente disciplina che unisce cavallo e cavaliere più di ogni altra.








Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu